Le prossime auto penseranno al nostro posto

Già adesso le nostre auto fanno molto di più di quello che ci si dovrebbe aspettare da loro, ma questo ancora non ci basta, e non basta ai produttori, che stanno riversando milioni nello sviluppo di nuove soluzioni che porteranno al comando delle vere e proprie intelligenze artificiali.

La macchina frenerà al nostro posto, ci avviserà di possibili guasti prima ancora che verifichino, ci ricorderà i nostri impegni, ci suggerirà posti da visitare o ristoranti un cui cenare.

Oltre a questo, a breve le auto guideranno anche al posto nostro, ne abbiamo parlato spessissimo. Basta pensare che Elon Musk, il fondatore di Tesla Motors, ha dichiarato che tutte le prossime vetture prodotte da Tesla saranno già equipaggiate con l’hardware per permettere la guida autonoma. Dovrà ovviamente però esserci una validazione del software e della legislatura prima di rendere la cosa possibile.

 

Ma tutti si stanno muovendo in questa direzione, da Tesla, a Google a Ford e a tutti i maggiori produttori di auto. La sola domanda da porsi quindi non è se tutto ciò sarà possibile, ma soltanto: quanto poco manca?

Postato il 03 marzo

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi